Il catalogo è pubblicato in occasione della mostra allestitta alla Galleria Civica di Modena dal 7 maggio al 2 luglio 1989. Giovanni Anselmo attinge alla realtà dei fenomeni e produce lavori d’arte pieni di stupore, comprensibili ma impreganti di ragioni nascoste, assolutamente fuori dall’ordinario della pittura e della scultura. Le sue opere irrompono a muro o a pavimento quali segni primitivi, come raffigurazioni animate che sembrano aver vinto tutte le forze di gravità e di razionalizzazione visiva.